Ma è corretto?

Dal Documento sulla Fratellanza Umana (4 febbraio 2019), firmato dal Papa:

«Il pluralismo e le diversità di religione, di colore, di sesso, di razza e di lingua sono una sapiente volontà divina, con la quale Dio ha creato gli esseri umani. Questa Sapienza divina è l’origine da cui deriva il diritto alla libertà di credo e alla libertà di essere diversi»

A nostro parere questa frase ha un errore palese! Come può Dio “volere” il pluralismo e la diversità di religione? Può permettere (altrimenti ci giochiamo il libero arbitrio), ma “volere”?

Ci confronteremo con un pastore, filoso e teologo, e cercheremo di comprendere

Laici per la Chiesa

Martedì 19 febbraio 2019: piazza San Silvestro, nel cuore di Roma, cento persone provenienti da tutto il mondo hanno presidiato la piazza, in preghiera, e in silenzio, per chiedere che sia abbattuto il muro del silenzio di troppi pastori sulla crisi morale e dottrinale della Chiesa.

Siamo laici cattolici, provenienti da tutta Italia e da ogni parte del mondo. Partecipiamo a questa manifestazione a titolo personale, o a nome di associazioni e testate giornalistiche accomunate dall’amore per la Chiesa, la sua dottrina e le sue istituzioni. Siamo riuniti per questo evento sotto il nome di Acies ordinata, un appellativo che la tradizione della Chiesa riserva a Maria SS.ma, che raccoglie l’esercito dei suoi fedeli e sconfigge i suoi nemici: terribilis ut castrorum acies ordinata (Cantico dei Cantici, 6, 3; 6,9). Figli della Chiesa militante, siamo qui per professare pubblicamente la nostra fede cattolica, ma anche per rompere il muro del silenzio. Il silenzio tombale dei Pastori della Chiesa di fronte ad una crisi dottrinale e morale senza precedenti.

Continua a leggere

La Chiesa non ha mode

È bene ricordare ancora alcune parole della piccola Giacinta di Fatima, che ella riferiva come provenienti dalla Madonna: “Verranno certe mode che offenderanno molto Gesù. Le persone che servono Dio non devono seguire la moda. La Chiesa non ha mode. Gesù è sempre lo stesso”